TOP

Confetti, storia dei dolci simbolo del matrimonio

Devono essere sempre cinque. Almeno così vuole la tradizione. Nelle bomboniere troverete cinque confetti, a simboleggiare le virtù necessarie (salute, felicità, fertilità, longevità, ricchezza) per la riuscita del matrimonio. Ma dove nascono questi dolcetti? Già i Romani erano soliti regalare in occasione di nascite e sposalizi dei dolci con un cuore di mandorla. Il medico arabo Al Razi ebbe l’idea di inventare il primo confetto, coprendo con un guscio zuccherino una pillola destinata alla salute del sultano. Nel Quattrocento, con l’arrivo dello zucchero dalle Indie, si diffonde l’usanza di fabbricare i confetti: all’uscita dalla chiesa venivano lanciati agli sposi come segno benaugurante. I francesi li battezzano bon bon, un nome ancora oggi utilizzato. Attualmente oltre al classico bianco confetto vengono proposti in tantissimi colori e gusti, comprese alcune varietà alla frutta tropicale.