TOP

Il bouquet perfetto

Il bouquet è uno degli elementi distintivi del giorno delle nozze: è al centro di uno dei momenti più divertenti del matrimonio ovvero il lancio del bouquet. Una tradizione che risale al Trecento. Secondo il galateo il lancio va fatto al termine del ricevimento. In alternativa si può optare per il momento del cocktail, quando l’atmosfera diventa più informale e gli ospiti iniziano a socializzare.
Assolutamente di moda è l’one flower bouquet ovvero un solo fiore ma preziosissimo da portare con non curata eleganza. Il mazzo ricadente è invece consigliato per le spose romantiche. Spopolano i mini bouquet, dei piccoli mazzolini da tenere con le mani giunte mentre si procede verso l’altare per pronunciare la promessa più solenne. Anche il nastro con cui avvolgere il mazzo deve essere particolare: bandita la banalità meglio puntare su un raso con incisi i nomi della coppia. In alternativa si può avvolgerlo in una carta da musica o con un tessuto ricamato e rifinito da un pizzo. È un modo per sottolinearne l’importanza.
La natura fa capolino anche tra gli accessori. Una delle ultime novità sono le coroncine: le spose più sbarazzine le portano assieme alle damigelle per un matrimonio all’insegna del romanticismo.
Chi è alla ricerca di idee alterative può ispirarsi ai bouquet scelti dalle spose illustri. Kate Middleton per il suo royal wedding ha optato per dei freschissimi mughetti (simbolo di serenità) coltivati nelle campagne inglesi.
Secondo il galateo, infine, il bouquet è un dono dello sposo alla sua donna. Dovrà farglielo recapitare la mattina della cerimonia. Meglio quindi far aver al futuro marito qualche “indizio” sui colori e sull’abito indossato.